Mappa_Viale_Crispi.jpg

ANGOLO CRISPI

2002 - Vicenza

La forma dell’edificio è generata dalla attenta lettura del contesto: il lotto, stretto e lungo, trapezoidale, si trova in uno dei maggiori assi di traffico da e per il centro storico della città, per cui la doppia pelle di facciata in muratura o in lamiera forata è un espediente geometrico per bloccare i rumori provenienti dalle strade, cercando anche di preservare il più possibile il livello di privacy degli appartamenti.

VialeCrispi_Palazzo_sudiofaresin_archite
Dis_Viale_Crispi_3.jpg

ALLO STESSO MODO LA COMPONENTE INDUSTRIALE, MECCANICA DELL’EDIFICIO, È ESTERIORIZZATA; VENGONO MESSE IN VISTA TUTTE LE PARTI IMPIANTISTICHE, LE TERRAZZE SONO ATTACCATE ALL’EDIFICIO COME AGGIUNTE IN UN GRANDE MECCANO INDUSTRIALE, IL TETTO È SEMPLICEMENTE ANCORATO AI MURI LATERALI.

VialeCrispi_Terrazzo_sudiofaresin_archit

Le grandi logge sul fronte interno, al terzo e quarto piano, originate dai vincoli comunali, permettono una vista non comune sulle montagne e sui colli circostanti.

 

Gli appartamenti, frutto di una specifica richiesta del cliente di operare con misure standard, sono aggregati e giustapposti schematicamente intorno al grande vano scale.

 

La particolare punta verso Viale Verona è frutto della peculiare geometria del sito: viene esasperata anche per rimarcare, con una teoria di terrazze verticali, la vista verso la Basilica e Monte Berico.

La copertura a falde rovesciate permette di dare una particolare spinta verso l’alto all’edificio, come i setti verticali, i pilastri in calcestruzzo, i brie solail in tubolare rettangolare.

VialeCrispi_Facciata_sudiofaresin_archit
Dis_Viale_Crispi_1.jpg
vialecrispi 05 _da lastra.jpg
Dis_Viale_Crispi_2.jpg
EDIFICIO CRISPI

Pubblicazioni: L’ARCHITETTURA CRONACHE E STORIA nr. 583/2004